Un percorso di rilassamento

assistito dalla Psicoterapeuta

Seguendo questo corso puoi imparare a praticare gli esercizi e a gestire lo stress per ritrovare il benessere psicofisico.

Sarai accompagnato passo dopo passo per adattare quanto appreso alle tue esigenze personali.


Programma

Domande sul corso

Se non trovi le risposte alle tue domande scrivi a questo indirizzo email

  • Quanto dura complessivamente l'apprendimento dell'intero ciclo di esercizi di base?

    Non è possibile dare una risposta univoca.
    Dipende dalla disposizione personale dal tempo che si dedica all’allenamento.
    Di norma si possono riscontrare i primi benefici della tecnica in tre o quattro mesi è padroneggiarla perfettamente in sei mesi.

  • Che cosa posso aspettarmi dal percorso di apprendimento del Training Autogeno?

    E’ possibile acquisire una conoscenza generale della teoria del Training Autogeno.
    Se si vuole approfondire tale conoscenza teorica, è possibile accedere alla bibliografia del corso.
    E’ anche possibile apprendere ad eseguire correttamente i sette esercizi del ciclo Somatico.
    Per questo è necessario attenersi al programma e ai suggerimenti dati, nonché inviare regolarmente il protocollo per avere un monitoraggio del proprio apprendimento.
    Alla fine del Percorso di apprendimento, si può personalizzare il TA adattandolo alle proprie esigenze personali.
    In tutte le fasi del Percorso di può interagire con la Terapeuta attraverso varie modalità.

  • Ci sono persone che apprendono il Training Autogeno meglio di altre e persone per cui il metodo non è indicato?

    Le persone veramente motivate apprendono con più facilità: la motivazione, come per qualsiasi apprendimento, è la condizione indispensabile per ottenere risultati.
    E’ necessaria anche la regolarità nell’allenamento: solo praticando costantemente ogni giorni si può apprendere il TA.
    Detto questo, va da sé che le persone che hanno una certa disciplina sono candidate ad avere maggiori soddisfazioni con il TA.
    Infine, è di aiuto avere una mente fantasiosa, creativa, sensibile ai colori, alla musica, all’arte.
    Il TA non ha contro-indicazioni, ma qualche non indicazione.
    In altre parole, non può essere nocivo, ma in alcuni casi non è di aiuto.
    Ad esempio nei casi di psicosi, nelle depressioni molto gravi, nelle nevrosi ossessive. In quest’ultimo caso, è meglio non proporlo per evitare che l’esercitazione stessa diventi un rituale nevrotico.
    A chi richiede di partecipare al corso viene richiesta la compilazione di un questionario, proprio per valutare se ci sono ostacoli a un buon apprendimento della tecnica.

  • Ci sono tecniche più semplici da imparare?

    Sì, certamente.
    E’ possibile contrastare efficacemente lo stress in molti modi, anche con la regolare attività fisica.
    Il TA richiede una certa motivazione, e agisce più profondamente anche sugli aspetti psicologici della persona.

  • Durante il percorso di apprendimento, è consigliabile leggere libri sul TA?

    No. Sarebbe meglio vivere l’esperienza affidandosi al proprio sentire, senza interferenze di natura razionale.Sì, certamente.
    In seguito, naturalmente, è utile approfondire, leggendo i numerosi testi disponibili sul TA.
    L’elenco dei libri più diffusi è consultabile in questo sito.
    Possono anche essere richiesti ulteriori approfondimenti e percorsi di bibliografia ragionata.

  • Non ho particolari problemi: perché dovrei apprendere il Training Autogeno?

    Perché è un metodo assai efficace per la prevenzione degli effetti negativi dello stress.
    Tutti, chi più chi meno, conduciamo una vita poco regolare, con ritmi troppo veloci rispetto alle nostre esigenze naturali.
    La pratica regolare del TA può normalizzare tutte le funzioni corporee, che spesso sono disturbate dallo stress, dalla tensione, dalla stanchezza eccessiva.

  • Quando avrò finito il corso, dovrò continuare ad allenarmi regolarmente?

    E’ utile, ma non strettamente necessario.
    Si può paragonare l’allenamento al TA all’allenamento di una disciplina sportiva.
    Per imparare a nuotare, ad esempio, è necessario applicarsi con metodo per un certo periodo. In seguito si può nuotare per diletto o per necessità, ma è senz’altro utile nuotare regolarmente.

  • Sono uno psicologo. Seguendo questo corso posso applicare il metodo con i miei pazienti?

    Come per tutti i metodi, è indispensabile aver sperimentato il TA su di sé prima di proporlo ai pazienti. Una volta padroneggiato, si può utilizzare nei propri percorsi professionali, tenendo presenti le norme deontologiche e tecniche che regolano il rapporto con il paziente.

  • Come viene tutelata la mia privacy?

    Nel condurre corsi di training autogeno mi attengo alle linee guida  dell’Ordine degli Psicologi Italiani per l’intervento psicologico mediato dal web. I dati e le informazioni raccolti sono trattati nel pieno rispetto della normativa sulla privacy.

    Condizione necessaria per usufruire del servizio di consulenza psicologica on-line e l'accettazione tramite firma del consenso informato

    In tale documento sono fornite informazioni importanti sul tipo di servizio sulla durata della consulenza on-line e sul trattamento dei dati.

Il corso è ideato e condotto da

Psicologa Psicoterapeuta

Patrizia Belleri

Sono Psicologa Psicoterapeuta, vivo e lavoro a Roma, dove ho il mio studio privato.

Da più di trent’anni pratico il Training Autogeno nel mio percorso di vita e nella professione.

Chi sono